L' Istituto Comprensivo di scuola materna, elementare e media di Arcevia, Montecarotto e Serra de' Conti ha elaborato, in verticale, un proprio Progetto che ha coinvolto tutti e tre gli ordini di scuola. Questi ultimi hanno collaborato, attraverso propri progetti di plesso, alla realizzazione del


anno scolastico 1999/2000 

 Sommario:
Contestualizzazione del progetto generale
Individuazione del problema
Metodologia
Parte teorica
Modalità
Progetti di riferimento
Finalità
Obiettivi
Attività
Verifiche
Prodotti
Progetti contenuti
  

 Contestualizzazione del progetto generale

Questo progetto: 
nasce in riferimento alla normativa e alle CC.MM. in materia di educazione ambientale; 
tiene conto dell'esigenza di coinvolgere il mondo della scuola e la realtà territoriale in progetti di educazione cooperativa, con al centro i temi della responsabilità solidale e della salvaguardia e valorizzazione delle risorse ambientali e naturalistiche, storiche e culturali; 
è stato sviluppato, in stretto riferimento al progetto del CAD di Fabriano-Arcevia "Istruzione per l'uso del Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi", per offrire alle scuole un supporto didattico per una reale ed efficace costruzione di una "cultura" del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi; 
vede l'adesione, sia in orizzontale sia in verticale (dalla scuola dell’infanzia alla scuola media inferiore), delle scuole dell’Istituto Comprensivo dei Comuni di Arcevia, Montecarotto e Serra de’ Conti allo scopo di realizzare, insieme all’IC di Serra S. Quirico, all’IC di Sassoferrato-Genga, al II Circolo Didattico di Fabriano ed altri, una "rete di scuole" che operano e collaborano per far conoscere e valorizzare le risorse ambientali e culturali dei loro territori; 
coglie l'opportunità di collegare in un progetto unitario le varie iniziative, in tema di educazione ambientale, delle scuole del nostro I.C.: stesura, quindi, del Progetto d’Istituto "Istruzione per l’Uso". 

torna su


Individuazione del problema

Costruzione di nuove conoscenze. 
Superamento della divisione fra le materie di studio. 
Sviluppo di forme di collaborazione ("educazione cooperativa") sui temi della conservazione e valorizzazione delle risorse ambientali e culturali del territorio, della responsabilità solidale. 
Coinvolgimento della scuola con l'extrascuola: 
rapporti scuola - territorio in senso fisico; 

rapporti scuola - Enti ed istituzioni. 
Quale conoscenza e coscienza ecologica ha il bambino? 
Conoscenza del rapporto uomo / ambiente naturale. 
Che cos'è un Parco? Formulazione di ipotesi scientifiche. 
Parchi Nazionali e Regionali. 
Conoscenza del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi. 
Dalla conoscenza alla consapevolezza: 
individuazione, all'interno del Progetto "Istruzione per l'Uso", di percorsi didattici che favoriscano l'avvicinamento dei ragazzi all'ambiente naturale e facciano sviluppare, tramite contatti frequenti con lo stesso, la loro sensibilità all'ambiente; 
promozione e crescita, nel coinvolgimento del territorio volto alla sensibilizzazione dell'opinione pubblica, di una "cultura di tipo naturalistico"; 
individuazione e analisi, nella conoscenza della storia e delle vicende legate al Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi, della funzione e funzionalità di un Parco Naturale, dei vincoli legislativi cui è sottoposto, dell'interazione con la comunità che vive nell'area. 
Conoscenza di aree di importanza naturalistica presenti nelle proprie città o nelle zone limitrofe. 
Conoscenza della storia del movimento ambientalista e della normativa sulla tutela dell'ambiente. 
Conoscenza e presa di coscienza del problema dell'inquinamento e del problema dei "rifiuti": quali soluzioni proporre. 
Conoscenza consapevole dei beni storico-architettonico-culturali del territorio. 

torna su


Metodologia

Indagine sulla motivazione / curiosità degli alunni nei confronti del mondo della natura e sul coinvolgimento nel lavoro: individuale, a coppie, in gruppo. 
Dall' "immaginario" (pre-conoscenze…) alla conoscenza diretta di un parco od oasi naturalistica. 
Coinvolgimento degli alunni mediante uno schema del ragionamento che, attraverso l’individuazione dei problemi, giunga alla formulazione delle ipotesi, alla valutazione della loro congruità, alla loro sperimentazione pratica e alla loro verifica, per arrivare in seguito alla formulazione del concetto o della legge naturale. 
Visite guidate ad aree di importanza naturalistica e storica esistenti nelle proprie città. 
"Uscite guidate" / "escursioni" nel Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi per reperimento materiali, interviste alle guide ecologiche, studio del paesaggio naturale, della fauna presente, delle caratteristiche climatiche, dell’ambiente antropizzato, ecc. 
Uso e rielaborazione del materiale documentario raccolto sul territorio. 
Elaborazioni personali e di gruppo. 
"Lezioni didattiche" in aula e/o nei laboratori con ausilio di esperti, di schede di lavoro, audiovisivi e diapositive. 
"Laboratori": esperimenti ed esercitazioni pratiche con ausilio di campioni, modelli, ecc. 
Esperienze di "gioco – studio" e di "gioco – lavoro". 
"Giochi di ruolo" sul perché difendere il Parco. 
Attività di ricerca sui beni storico-culturali presenti nel territorio. 
Visite guidate a musei, opere architettoniche esistenti sul territorio. 
Superamento ruolo/i tradizionale/i dell'insegnante e dell'alunno: = alunni ed insegnanti impegnati nella ricerca-azione (esplorazione). 
"Metodo cooperativo" (modalità del lavoro di gruppo e della collaborazione reciproca) e "costruttivista" (costruzione delle conoscenze). 
Dalla "multidisciplinarità" alla "interdisciplinarità", alla "transdisciplinarità". 
Valorizzazione di tutte le forme di intelligenza dello studente. 
Coinvolgimento, in orizzontale e in verticale (dalla scuola dell'infanzia alla scuola media inferiore), di scuole appartenenti a diversi I.C. e di scuole medie, inferiori e superiori, che insistono nell'area del Parco Naturale della Gola della Rossa e Frasassi e/o nelle zone limitrofe, al fine della realizzazione di una "rete di reti". 
Confronto, da parte degli alunni, delle loro esperienze, delle loro competenze e dei loro prodotti con gli alunni degli altri Parchi Nazionali e Regionali. 
"Forme di collaborazione" tra scuole ed Enti Locali, Comunità Montana dell'Esino - Frasassi, Associazioni naturalistiche (WWF, Lega Ambiente), Università degli Studi di Urbino (Facoltà di Scienze - Cattedra di Educazione Ambientale), Università degli Studi di Camerino (Facoltà di Scienze - Dipartimento di Botanica ed Ecologia), Università degli Studi di Ancona (Facoltà di Agraria), CNR di Roma, Aula Verde di Valleremita, Corpo Forestale Statale, Vigili del Fuoco, ecc. 
Consulenza e strutture / strumentazioni tecnologiche messe a disposizione dal CAD (Centro Audiovisivo-multimediale Distrettuale) per idee, attività, programmi, itinerari, realizzazione di prodotti, ecc., per il personale docente. 
"Uso dei mezzi informatici e telematici" per permettere alle classi e alle scuole coinvolte di confrontare in itinere le esperienze e di discutere anche con alunni molto lontani. 

torna su


Parte teorica

Il progetto fa riferimento alla seguente normativa:
"Carta dei principi per l'educazione ambientale", sottoscritta dai Ministeri della Pubblica Istruzione e dell’Ambiente nell’aprile 1997 a Fiuggi. 
Legge n. 352 dell'8-10-1997 "Disposizioni sui beni culturali". 
"Documento dei 40 saggi" (elaborato dalla Commissione dei 40 Saggi tra il gennaio e il maggio 1997 sulle conoscenze fondamentali nella scuola del futuro) che si conclude con questa affermazione: "Un’auspicabile promozione scolastica del complesso delle attività legate alla conservazione e alla valorizzazione dei beni culturali porterebbe anche alla maturazione del senso storico e di una più compiuta responsabilità ambientale, nonché allo sviluppo di sofisticate competenze tecnologiche." 
"I contenuti essenziali per la formazione di base" (elaborato nel marzo 1998). 
Normativa sull’autonomia, in particolare al "Decreto Ministeriale 19 luglio 1999 n. 179" che, all'art. 1, afferma quanto segue: " Il programma nazionale di sperimentazione di cui in premessa è finalizzato a migliorare gli esiti del processo di insegnamento - apprendimento, concerne prioritariamente la ricerca e l'introduzione di metodologie didattiche che, anche con il ricorso alle nuove tecnologie, favoriscano la crescita culturale e formativa degli alunni, ne riconoscano e valorizzino le diversità, promuovendo le potenzialità di ciascuno"; all’art. 1 ter dello stesso Decreto si sostiene, tra le possibili attività, "la realizzazione di attività organizzate in collaborazione con altre scuole e con soggetti esterni per l'integrazione della scuola con il territorio (normativa di riferimento: L. n. 104/92; artt.126, 130, 167, 192, 278 del D.Lgs. 297/1994, artt. 41, 43, 71, 72 del C.C.N.L. del 1995; Direttive n. 133 del 3 aprile 1996, n. 600 del 23 settembre 1996 e n. 487 del 6 agosto 1997; D.P.R. n. 567 del 10 novembre 1996; Intesa con il CONI del 12 marzo 1997)".

torna su


Modalità

Il CAD (Centro Audiovisivo-multimediale Distrettuale) si costituirà come punto di raccolta dei dati delle ricerche realizzate, anche nel corso degli ultimi anni, dagli alunni delle scuole che aderiscono a questo progetto.
Collegamento a Università degli Studi (Urbino, Camerino, Ancona,…).
Opportunità di inserimento, nell’ambito delle attività di aggiornamento del personale docente, di corsi e seminari sulla cooperazione e l’educazione ambientale.

torna su


Progetti di riferimento

Progetto "Istruzione per l’uso del Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi", elaborato dal CAD (Centro Audiovisivo-multimediale Distrettuale) di Fabriano Arcevia, in collaborazione con la Comunità Montana dell’Esino – Frasassi, il Parco Naturale della Gola della Rossa e Frasassi e le scuole dell’area.

torna su


Finalità

L’alunno modifica il proprio comportamento in relazione ad una avvenuta consapevolezza della relazione uomo - ambiente.

torna su


Obiettivi

Sviluppare le competenze dei docenti in materia di educazione ambientale.
Sviluppare lo spirito di esplorazione dei bambini e dei ragazzi.
Acquisire una "conoscenza responsabile" del territorio del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi e conoscenza e comprensione degli equilibri biologici e delle varie forme di vita che caratterizzano questo ambiente naturale.
Acquisire conoscenza del significato e del valore aggiunto delle "aree protette".
"Sensibilizzare" gli alunni prima, e le famiglie poi, ai fini di un’esatta e moderna visione delle enormi potenzialità, sul piano ecologico - turistico e in termini di qualità della vita, che il Parco propone, fino alla costruzione e all’organizzazione delle strutture idonee e permanenti per la didattica d’ambiente.
Educare alle "Quattro R" (Riduci, Ripara, Riusa, Ricicla).
Sensibilizzare insegnanti e alunni sull’iniziativa delle "Isole Ecologiche" della Comunità Montana dell’Esino - Frasassi.
Promuovere "l’integrazione della scuola con la realtà territoriale" ai fini della conoscenza, della valorizzazione, della conservazione e della fruizione dello stesso Parco Naturale non solo da parte degli alunni / studenti degli Istituti Scolastici coinvolti ma anche da parte di alunni / studenti di altre scuole del territorio regionale.
Comprendere che la salvaguardia delle risorse idrogeologiche, ambientali e naturalistiche (flora, fauna, ossigeno, acqua…) è indispensabile per il futuro della vita dell’uomo.
Acquisire conoscenza consapevole dei beni naturali, storici e culturali presenti sul territorio delle scuole dell’I.C.
"Utilizzare le nuove tecnologie", all’interno di un progetto culturale e didattico significativo, per ideare, progettare e realizzare strumenti comunicativi e informativi reali.
"Lavorare in rete" sviluppando forme significative di collaborazione.
Creare un sito Internet che racchiuda i risultati di quanti più progetti delle varie scuole.

torna su


Attività

Corsi di formazione per insegnanti, organizzati dal CAD, allo scopo di integrare le competenze di educazione ambientale già in loro possesso.
Corsi di formazione sulla multimedialità, organizzati dal CAD.
"Incontri di alunni con esperti" per avere sia una prima conoscenza del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi sia la conoscenza delle tematiche legate alle aree protette e alla conservazione della natura, ai rifiuti e alla gestione del loro ciclo, alla caccia e alla difesa della biodiversità, alle foreste e alla prevenzione degli incendi boschivi, ecc. (visione di diatape e videotape, lucidi, ecc.).
"Incontri / interviste" degli alunni con la partecipazione di Amministratori locali.
"Escursioni" nei luoghi da conoscere (itinerari naturalistici, architettonico-artistici, archeologici, speleopaleontologici, ecc.), con interventi di guide naturalistiche e/o turistiche, ecc.
Ideazione e creazione, in collaborazione con Associazioni ambientaliste rappresentate localmente, di "percorsi guidati" all’interno del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi, con raccolta di materiale documentario e disposizione di "schede di riconoscimento" e/o altro al fine di sviluppare la conoscenza delle più importanti piante – arboree ed arbustive – autoctone, naturalizzate ed esotiche.
Classificazione / catalogazione delle specie vegetali.
Censimento di un’area verde nel proprio territorio.
Costruzione di una piccola serra, di un erbario e realizzazione in aula / laboratorio di un semplice ecosistema terrestre e controllo dei parametri.
Individuazione di nuovi luoghi e attenzione particolare alle zone di notevole interesse del Parco (es.: Valle Scappuccia, Castelletta, ecc.).
Individuazione e raccolta di segni della presenza di animali all’interno del Parco; spopolamento e ripopolamento.
Attività di "orienteering" all’interno del Parco.
Produzione di carte tematiche.
"Simulazione / giochi di ruolo": dove, chi, come, perché e quando occorre difendere il Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi, i boschi e qualsiasi altra area protetta, da…
Comunicazioni "in rete" tra le scuole partecipanti al Progetto e tra esse e quelle degli altri Parchi Nazionali e Regionali.
Laboratorio ed esperimenti sul "bene" più prezioso: l’acqua (il ciclo dell’acqua, i consumi d’acqua in varie attività e in vari ambienti,…); visite guidate a corsi d’acqua, ad acquedotti, fontane, lavatoi, mulini ad acqua, ecc.
Osservazione di un ecosistema fluviale.
Ricerche, giochi di ruolo, elaborazioni e progettazioni di gruppo sul problema dei "rifiuti".
Itinerari di carattere storico ed artistico, ricerche svolte in classe e nei laboratori relative al patrimonio culturale e storico: osservazione di reperti, documenti, strutture e monumenti esistenti, ricostruzione di qualche luogo,…
"Festa di fine anno" scolastico con gli alunni che si ritroveranno nei luoghi più caratteristici ed idonei del Parco Naturale della Gola della Rossa e Frasassi, con aquiloni da loro costruiti e palloncini (con il marchio ed il logo del Parco), che saranno liberati e porteranno con loro i messaggi degli alunni sul valore dell’ambiente e della pace.
Organizzazione della "mappa dell’ipertesto": definizione delle pagine e dei collegamenti ipertestuali e stesura dell’ipertesto.
Progettazione e realizzazione di "pagine web", da inserire nel sito Internet dell’I.C.
Progettazione e realizzazione di una "rivista telematica".

torna su


Verifiche

Verifiche in itinere, sotto forma di dialogo, per capire, valorizzare e migliorare le esperienze realizzate.
Scambio di materiali via "e-mail".
Verifiche finali per valutare l'acquisizione di specifici contenuti e di specifici comportamenti.
Collegamento con le Università agli Studi di Urbino (Facoltà di Scienze), di Camerino (Facoltà di Scienze), di Ancona (Facoltà di Agraria).

torna su


Prodotti

"Produzione di strumenti informativi multimediali" (ipermedia / rivista telematica / pagine web / spot pubblicitari, ecc.) per far conoscere ad altri i risultati del lavoro degli alunni / studenti e stimolare la ricerca di altre scuole.
Realizzazione su carta riciclata al 100% di un "giornale del Parco", magari come supplemento a "CM Notizie", che raccolga le esperienze, le osservazioni, gli esperimenti, i racconti, i disegni, le elaborazioni degli alunni e degli insegnanti delle scuole coinvolte.
"Notiziario sull'educazione ambientale", per far circolare idee e materiali che si producono nelle scuole e nel territorio e per favorire la crescita di una più diffusa e condivisa cultura ambientale.
Produzione di un kit multimediale che valorizzi alcuni siti ambientali e storico - artistici, caratteristici del territorio delle scuole del nostro I.C.
"Adozione" di una piccola parte del territorio o anche di singoli alberi del Parco Naturale della Gola della Rossa e di Frasassi da parte delle scolaresche o di singoli alunni.

torna su


Progetti contenuti

Progetto "Acqua e dintorni" (scuola materna di Arcevia-Conce);
Progetto "Verde avvenire" (scuola elementare di Montecarotto);
Progetto "Per amare il mio pianeta" (scuola elementare di Serra de’ Conti);
Progetto "Ambiente come educazione" (scuola elementare di Arcevia);
Progetto "L'area naturalistica protetta di Valle Scappuccia" (scuola media di Arcevia)

torna su

html by Nadia Catozzi e Volfango Santinelli